RSS

La Ricetta del Lavoro

27 Set

Vi presento una mia personale ricetta per gestire al meglio i problemi che sorgono oggi nel mondo del lavoro.

In un colpo solo, si potrà gestire la disoccupazione, il controllo delle prove di selezione concorsuale, il controllo dei lavoratori circa gli orari di lavoro e regolarità di assunzione.

INGREDIENTI:

  • Ufficio della Organizzazione per la Massima Occupazione (U.O.M.O.)
  • Posta Certificata personale
  • Tessera dell’Identificativo Fiscale Personale
  • Sportello locale d’Informazione ed Occupazione (I.O.)

DEFINIZIONE DEGLI INGREDIENTI

Ufficio dell’Organizzazione della Massima Occupazione (U.O.M.O.)

L’ufficio esistente è puramente un ufficio fantasma. Serve a chi è disoccupato per ottenere un riconoscimento che lo emargina dall’ambiente lavorativo, piuttosto che essere il centro di riferimento per la realizzazione personale, primaria o di riscatto che sia.

L’organizzazione dell’Ufficio realmente funzionale sarebbe quella di renderlo obbligatoriamente come riferimento nazionale sia per i cittadini interessati che per le aziende private e pubbliche nel momento in cui si deve effettuare una scelta di selezione lavorativa. L’ufficio deve essere costituito da un database centralizzato in cui l’iscrizione dei disoccupati deve avvenire presentando una domanda di iscrizione in liste professionali, in base ai titoli posseduti, che poi saranno quelle processate dalle aziende pubbliche e private quando ci saranno le selezioni tramite concorsi. L’Ufficio avrà come riferimento nazionale un sito internet sia di consultazione per le selezioni concorsuali in atto che di variazione dati personali circa l’iscrizione alle selezioni concorsuali anche in base ad un determinato territorio scelto dal candidato lavoratore.

Posta Certificata personale

E’ la casella di posta certificata che ogni individuo dovrà abilitare per poter ricevere le informazioni di selezioni concorsuali in atto, per inviare la propria adesione al processo di selezione e per poter ricevere tutte le comunicazioni ufficiali relative alle stesse, sulle modalità di espletamento e sui risultati preliminari o definitivi. Sarà, inoltre, l’identificazione di utente sul sito dell’Ufficio dell’Organizzazione della Massima Occupazione.

Tessera dell’Identificativo Fiscale Personale

E’ una nuova tessera personale che verrà consegnata a tutti i cittadini italiani e sarà sia a banda magnetica che a microchip e conterrà anche un codice a barre identificativo che la predisporrà ad essere utilizzata per tutti i dispositivi di lettura elettronica. In essa, oltre a contenere la foto dell’individuo, vi sarà l’identificazione di tutti i dati anagrafici personali ( Cognome, Nome, Data di nascita, Località di Nascita, Località di Residenza), dati sanitari (Codice Sanitario Nazionale e gruppo sanguigno), dati lavorativi (Codice identificativo di iscrizione all’Ufficio dell’Organizzazione per la Massima Occupazione, Codice Azienda di lavoro e codice lavoratore per i soli lavoratori, Codici delle attività di iscrizione nelle liste professionali) nonché del Codice Fiscale, codice che riconoscerà univocamente la persona sul territorio nazionale. La Tessera verrà usata come documento di riconoscimento, documento sanitario e documento lavorativo in caso di lavoro. Infatti, le aziende tutte dovranno adottare necessariamente lo strumento di rilevazione delle presenze e solo tramite la Tessera si potrà accedere ed uscire dalla medesima. Così, si potranno evitare i casi di sfruttamento orario dei lavoratori e del lavoro nero.

Sportello locale di Informazione ed Occupazione (I.O.)

Saranno tutte le attuali Agenzie di Lavoro Interinale, sparse su tutto il territorio nazionale, che assumeranno, con il nuovo assetto, l’identità di uffici di riferimento locale presso cui tutti gli iscritti all’Ufficio di Organizzazione per la Massima Occupazione potranno personalmente ottenere informazioni lavorative, sia di selezione che personali. Infatti, gli sportelli, oltra al front office con gli iscritti, effettueranno lavoro di raccolta dati giornalieri sulla rilevazione presenze dei lavoratori  di gruppi di Aziende locali di loro competenza territoriale, che avranno l’obbligo di usare la Tessera di Identificazione Fiscale Personale per poter accedere al proprio posto di lavoro. Tali dati verranno trasmessi agli Uffici competenti di previdenza o infortunistica (I.N.P.S., E.N.P.A.S., I.N.A.I.L., eccetera) che così potranno monitorare in tempo reale l’eventuale presenza del lavoratore in azienda e calcolarne eventualmente le ore di presenza. Il lavoratore, così, sarà tutelato per il pagamento effettivo delle ore lavorative in busta paga, richiedendo un certificato presso lo Sportello di Informazione Occupazione con cui averne prova in caso di contrasti con il datore di lavoro.

PREPARAZIONE:

  1. Necessario sarà il possesso della Tessera di Identificazione Fiscale Personale che ogni cittadino otterrà dallo Stato italiano.
  2. Successivamente, dovrà registrare una Casella di Posta Certificata Personale per poter inviare le sottoscrizioni alle selezioni e riceverne documentazioni ed informazioni.
  3. Il primo passo per il potenziale lavoratore è quello di recarsi presso l’Ufficio di Organizzazione della Massima Occupazione (U.O.M.O.) ed iscriversi in una o più liste professionali, a seconda dei titoli riconosciuti in proprio possesso che verranno quindi qui certificati e depositati solo una volta. Ad esempio, se una persona si è diplomata come Geometra e nel corso della sua vita ha potuto conseguire anche un attestato di Programmatore su Elaboratore Elettronico regolarmente riconosciuto, si iscriverà nella lista professionale Geometri ed in quella di Informatici. Consegnerà la propria Tessera di Identificativo Fiscale Personale su cui l’Ufficio inserirà tali dati preferenziali, abilitandola alle selezioni concorsuali per ottenere il posto di lavoro e con i dati della Posta Certificata Personale otterrà un identificativo di accesso al sito generale del sistema, in cui potrà fare consultazioni ed all’occorrenza apportare modifiche al proprio profilo professionale. I lavoratori già in possesso di posto di lavoro, invece, sulla medesima Tessera avranno registrati i dati dell’Azienda di appartenenza, pubblica o privata, e del proprio identificativo interno (matricola).
  4. Tutte le Aziende pubbliche o private, quando richiederanno altre unità lavorative di qualsiasi categoria e livello, dovranno fare necessariamente comunicazione di selezione per i posti di lavoro ricercati all’Ufficio di Organizzazione per la Massima Occupazione tramite gli Sportelli locali di Informazione Occupazione competenti nel territorio. Infatti, le Aziende, anche quelle private, potranno assumere non più direttamente, ma tutte solo ed unicamente tramite un procedimento di selezione che vedrà la partecipazione dei soli candidati senza un posto di lavoro, regolarmente iscritti all’Ufficio di Organizzazione per la Massima Occupazione nelle liste di riferimento alla qualifica professionale richiesta. Con questa procedura, non sarà possibile per chi è già in possesso di un posto di lavoro partecipare, a meno che non si decida di lasciare nel processo di selezione una percentuale minima di posti da riservare a chi vorrà cambiarlo.  Ma è ovvio che il tutto servirà per poter smaltire una volta per tutte le liste dei disoccupati, così da lasciare la sola speranza di ottenere un posto di lavoro solo a chi effettivamente non lo possiede e di realmente avere una statistica numerica di quanti nuovi posti di lavoro sono stati creati in un dato periodo, piuttosto che avere una statistica falsata da eventuali cambiamenti.
  5. Gli Sportelli locali di Informazione ed Occupazione (I.O.), una volta ricevuta la domanda di selezione dall’Azienda che ne ha fatto richiesta, invia comunicazione all’Ufficio di Organizzazione per la Massima Occupazione che a sua volta emetterà processo di selezione formale sul proprio sito e contemporaneamente provvederà ad inviare una e-mail di avviso di selezione a tutti colori i quali risultano iscritti nelle liste professionali di riferimento, cosicché potranno partecipare alla selezione solo ed unicamente i senza posto di lavoro con specifica qualifica.
  6. Una volta ricevuta l’e-mail ufficiale di avviso di processo di selezione, l’iscritto deciderà se partecipare o meno alla selezione. In caso affermativo, si segnerà alla selezione con invio di una e-mail di conferma tramite la propria Casella di Posta Certificata Personale senza dover inviare ulteriori documenti, come capita per ogni concorso a cui si deve partecipare, visto che saranno stati depositati solo una volta, in fase di registrazione presso l’Ufficio di Organizzazione per la Massima Occupazione. Sempre nella stessa casella di posta, riceverà conferma di avvenuta consegna di assenso alla selezione ed il candidato potrà riscontrare la propria posizione sul profilo personale registrato sul sito nazionale dello stesso Ufficio e monitorare così le notizie e l’andamento delle selezioni, nonché data ed orario di espletamento delle stesse.
  7. Il giorno della selezione, il candidato si presenterà con la Tessera di Identificazione Fiscale Personale che sarà il documento di riconoscimento per poter sostenere le prove, che verrà incrociato con i dati che l’Ufficio di Organizzazione della Massima Occupazione avrà fornito, tramite lo Sportello locale di Informazione ed Occupazione di competenza territoriale all’Azienda che ha fatto richiesta di assunzione. La prova potrà essere sostenuta utilizzando un apposito software, di proprietà dell’Ufficio di Organizzazione per la Massima Occupazione onde evitare irregolarità procedimentali dell concorso, che conterrà dei quesiti specifici ai quali si accederà utilizzando un computer con lettore di scheda elettronica che leggerà la Tessera di Identificazione Fiscale Personale a cui collegherà le risposte che il candidato fornirà. In questa maniera, si potranno ottenere i risultati in tempo reale per le selezioni a quiz, mentre per le selezioni con procedimento libero, il testo elettronico inserito dal candidato verrà salvato e successivamente processato dalla commissione esaminatrice. Tutte le copie delle prove, verranno reindirizzate in copia solo leggibile nella Casella di Posta Certificata Personale sia per la trasparenza che come prova di quanto scritto dal candidato per eventuali ricorsi.
  8. In caso di vincita della prova di selezione e quindi del concorso, il candidato si recherà presso l’Azienda in cui prenderà servizio e si farà rilasciare il documento e contratto di assunzione che porterà allo Sportello locale di Informazione ed Occupazione di riferimento che provvederà a sua volta a girarlo all’Ufficio di Organizzazione per la Massima Occupazione il quale, una volta ratificato, richiamerà il neolavoratore per apportargli sulla Tessera di Identificazione Fiscale Personale i codici dell’Azienda di lavoro e relativa matricola.
  9. Il neolavoratore si recherà così presso il proprio posto di lavoro e per entrare dovrà utilizzare la propria Tessera di Identificazione Fiscale Personale nell’apposito lettore di rilevazione presenza e porlo successivamente ben in vista, cosicché in caso di controllo da parte degli operatori dell’Ufficio del Lavoro, si potrà verificare, tramite apposito lettore in loro possesso, se il lavoratore è regolarmente assunto e registrato come appartenente all’Azienda.
Annunci
 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 settembre 2010 in Cultura e Società

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: